La democrazia della censura

Stampa e televisioni, “libere” di disinformare, fanno di tutto per non parlarne. Bene. E’ segno di timore e racconta a chi vuol capire com’è stata ridotta la democrazia dai suoi sedicenti difensori. Voterò la censurata “Unione Popolare con De Magistris” e sento che più si cerca di nascondere agli elettori la sua esistenza, più saremo […]

La democrazia della censura — Il Blog Di Giuseppe Aragno

Unione Popolare, ci metto la firma!

Il 25 settembre vogliamo portare in Parlamento la voce della maggioranza reale del paese. Per farlo abbiamo bisogno di te!

In Italia è in atto un’emergenza democratica. Tutti i maggiori partiti hanno fabbricato leggi antidemocratiche per impedire, a qualsiasi forza autonoma e che viene dal basso, di entrare in Parlamento. Per sfidare il loro diktat dobbiamo raccogliere circa 40mila firme per la Camera e 20mila per il Senato in tutta Italia nelle prime due settimane di agosto.

Viviamo in un paese spaccato a metà: c’è una minoranza che, anche durante pandemie e guerre, accresce a dismisura la propria ricchezza, e una maggioranza, enorme, che fatica ad arrivare a fine mese. Noi vogliamo rappresentare il riscatto di questa maggioranza, dei lavoratori che producono ricchezza e ricevono poco o nulla in cambio, dei giovani che non hanno prospettive, delle donne, dei pensionati. Centrodestra, centrosinistra, addirittura i 5 Stelle, hanno contribuito a questa crisi.

C’è bisogno di qualcosa di nuovo, di aria fresca. Per questo vogliamo presentare il progetto di Unione Popolare con Luigi De Magistris. Vogliamo portare nelle Istituzioni poche cose, semplici ma rivoluzionarie:

  • costruire relazioni internazionali di pace, stop alle spese militari e all’invio di armi;
  • salario minimo di almeno 10€, estensione del reddito di cittadinanza, contrasto al lavoro nero e precario, abolizione del JOBS ACT;
  • una reale transizione ecologica attraverso un massiccio finanziamento delle rinnovabili e della messa in sicurezza idrogeologica, lo stop al consumo di suolo e alle grandi opere inutili come il TAV, la tutela dei beni comuni a partire dall’acqua pubblica e dei servizi essenziali (scuola e sanità pubbliche).

Non è impossibile, siamo in tanti a volere un cambiamento vero. Dobbiamo solo unirci, dare fiducia a persone che davvero si impegnino per il benessere di tutti e non per il tornaconto personale di se stessi o pochi altri.

Aiutaci a mandare questo messaggio a tutto il paese! Firma per Unione Popolare!

i sondaggi che oscurano la sinistra rossa anche se prende gli stessi voti di Paragone

MaIn

Guardate questo sondaggio:
https://sondaggibidimedia.com/politiche … 18-luglio/

I sondaggi che circolano non hanno mai la sinistra rossa, quella che non si allea con il PD.

Uno direbbe che è dovuto ai numeri scarsi della sinistra.

Beh peccato che la stessa sinistra, alle ultime elezioni comunali abbia preso gli stessi voti delle forze no vax di Paragone/Toscano/Rizzo/Cabras.

E che vengano da un 6% alle comunali di Napoli e un 12% alle regionali calabrese l’anno scorso.

E’ malizioso pensare che inserire Paragone fa gioco al PD perchè toglie voti al cdx,
inserire SinistraItalia/Verdi fa gioco al PD perchè alleati
ma inserire un’area grande quando i no vax (e ora unificata da Unione Popolare di Rifondazione Comunista e Potere al Popolo) non conviene al PD perchè crea un concorrente alla sua sinistra ?

View original post

Verso l’Unione Popolare

Unione Popolare: buona la prima https://contropiano.org/news/politica-news/2022/07/10/unione-popolare-buona-la-prima-0150968

Moni Ovadia battezza l’Unione popolare https://www.huffingtonpost.it/blog/2022/07/09/news/moni_ovadia_battezza_lunione_popolare_tanta_sinistra_a_sinistra_del_pd-9803549

La sinistra a lezione di francese. Parte l’Unione popolare https://ilmanifesto.it/la-sinistra-a-lezione-di-francese-parte-lunione-popolare

“Verso l’Unione popolare”, l’assemblea per una federazione di sinistra radicale. De Magistris: “Opposizione a pensiero unico del draghismo” https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/07/09/verso-lunione-popolare-lassemblea-per-una-federazione-della-sinistra-radicale-alternativa-al-partito-unico-di-guerra-e-precarizzazione/6655922/

Unione Popolare. Abbiamo fatto il primo passo, adesso un autunno di lotte! https://contropiano.org/interventi/2022/07/11/unione-popolare-abbiamo-fatto-il-primo-passo-adesso-un-autunno-di-lotte-0150981

Appello dei precari della scuola a Fratoianni e De Cristofaro

Alla cortese attenzione dell’onorevole Nicola Fratoianni e del sottosegretario all’Istruzione Peppe De Cristofaro,

chi scrive si fa portavoce di un’intera categoria di docenti precari, accomunati dal requisito del servizio pluriennale sul sostegno senza specializzazione. La nostra vicenda è nota, pubblica, oggetto di discussione; tuttavia, non sembra esserci al momento nessuna risoluzione definitiva che possa risanare la nostra estromissione da ogni procedura concorsuale straordinaria e abilitante.

Siamo l’unica categoria di precari per cui, all’interno di un quadro normativo teso, in teoria, a valorizzare il requisito dell’esperienza, non è stata contemplata nessuna misura compensativa.

Sono state incluse tutte le sottocategorie di docenti: con servizio nelle scuole paritarie, nei progetti regionali e nei percorsi IeFp, sul potenziamento; tutte tranne noi, in nome di un’ambigua burocrazia che cela, in realtà, una più preoccupante avversione ideologica ed umana.

A tal proposito è opportuno ricordare quanto espresso dal CSPI in merito alla vicenda:

– l’esclusione dall’accesso alla procedura del personale che abbia maturato i tre anni di servizio sul sostegno, senza specializzazione, e che chieda di partecipare alla selezione per la classe di concorso per cui ha titolo, ove non abbia almeno svolto un anno di servizio per quella specifica classe. Tale previsione risulta incoerente con la normativa vigente che consente la copertura di posti di sostegno mediante lo scorrimento delle graduatorie incrociate relative ai posti comuni, e la conseguente valutazione di tale servizio nelle graduatorie stesse (D.M. n. 374/2017). Pur nella consapevolezza che tale limitazione è espressamente prevista dal testo normativo, non si può fare a meno di evidenziare che tale prescrizione contrasta con le norme che hanno disciplinato le precedenti procedure concorsuali ( D.L. del 12/07/2018, n. 87 convertito in legge 9/8/ 2018 n. 96) “che hanno riconosciuto il servizio prestato sul sostegno come fosse stato prestato sulla disciplina in quanto il docente che svolge attività di sostegno è nominato da una graduatoria disciplinare e, al fine di garantire l’inclusione degli alunni con disabilità, agisce nel senso di facilitare il loro apprendimento.

Per tali ragioni, auspichiamo una rilettura della legge e che il parere del CSPI non cada nell’oblio, garantendo la nostra partecipazione al Concorso Straordinario sulla materia e alla Procedura abilitante, anche grazie all’approvazione dell’emendamento 2.104 , a firma PD/Leu, che apre proprio in questa direzione. Il tutto sarebbe a costo zero per lo Stato ed eviterebbe contenziosi di natura giudiziaria.

Riteniamo che la nostra esperienza sia fondamentale e, alla stregua di ogni capitale umano, vada giustamente valorizzata; pertanto facciamo appello ad una volontà politica che intenda superare alcune storture e voglia declinare in maniera risolutoria la nostra assurda ed ingiusta condizione di esclusi.

Docenti con 36 mesi di servizio sul sostegno

Fase 2, le raccomandazioni per i viaggiatori

Con la ripresa della mobilità, dopo l’allentamento del lockdown, un numero maggiore di persone si sta spostando con i mezzi pubblici. L’intero sistema di trasporto pubblico, secondo l’Inail, deve essere considerato un contesto a rischio di aggregazione medio-alto, con possibilità di rischio alto nelle ore di punta, soprattutto nelle aree metropolitane ad alta urbanizzazione. Ragion per cui, nell’attuale situazione di persistente circolazione di SarsCoV2, è necessario che i passeggeri quando usano bus, tram, metro o treni rispettino alcune regole fondamentali per evitare il contagio e proteggere la salute di tutti. Eccole.

1. SALUTE

Non usare il trasporto pubblico se hai sintomi di infezioni respiratorie acute (febbre, tosse, raffreddore)

2. BIGLIETTI

Acquista, se possibile, i biglietti in formato elettronico online o tramite app

3. SEGNALETICA

Segui la segnaletica e i percorsi indicati nelle stazioni o alle fermate

4. DISTANZA

Mantieni sempre la distanza di almeno un metro durante tutte le fasi del viaggio

5. SPOSTAMENTI

Utilizza le porte di accesso ai mezzi indicate per la salita e la discesa

6. POSTI

Siediti solo nei posti consentiti mantenendo il distanziamento dagli altri occupanti

7. CONDUCENTE

Evita di avvicinarti o di chiedere informazioni al conducente

8. MANI

Durante il viaggio indossa guanti monouso e fai attenzione a non toccarti il viso

9. MASCHERINE

Indossa una mascherina per la protezione del naso e della bocca

C_17_opuscoliPoster_464_allegato

Ministero della Salute