Costruire una sinistra popolare

Domani appuntamento a Roma, non mancate! ✊

Annunci
Pubblicato in Reblog | Lascia un commento

Tante assemblee per consegnarci a D’Alema e Bersani ? Noi No !

“Isolati lo siamo da un pezzo. Anche #Bersani dovrebbe interrogarsi dei suoi scarsi consensi. In #Italia la sinistra non esiste nonostante una crisi #sociale enorme. C’è un partito, #M5S, che incarna la protesta popolare anche di tanti elettori di sinistra. Si può rientrare in #parlamento, o restarci. Ma se non si restituisce credibilità alla #sinistra, se ogni tanto non si è fedeli a quello che si dice, si farà poca strada”.

Prc Brescia

«Non c’era bisogno di chiamare migliaia di persone in centinaia di assemblee per fare la lista di Bersani e D’Alema». Maurizio Acerbo, segretario Prc, è al forum di Marsiglia promosso dalla Sinistra europea con le sinistre latinoamericane. Da lì boccia il documento-base concordato Fra Mdp, Sinistra italiana, Possibile e civici del Brancaccio. Il guaio è che Rifondazione è una componente delle assemblee del Brancaccio. Non va bene il metodo, spiega: «Le forze del vecchio centrosinistra concordano un documento poi indicano un leader, Grasso. E invece le persone che in questi mesi hanno partecipato alle assemblee sono l’intendenza, chiamata ad accettare? Avevamo aderito al Brancaccio perché era un percorso all’interno del quale si definivano programma e regole sulla base degli orientamenti proposti da Tomaso Montanari. Il documento bisognava discuterlo anche con chi al Brancaccio partecipa, prima che con chi no».

Non avevate dato mandato per il tavolo che si riuniva nella…

View original post 779 altre parole

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento

Il Chavismo ha vinto in Venezuela

Intanto nel totale silenzio della tv e quotidiani di regime in Venezuela si è votato per le regionali

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

View original post

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento

DOVE SONO FINITI I COMPAGNI?

OSSERVATORIO7

“Compagno” è una bellissima parola; deriva dal latino medievale, composto di “cum” e “panis”,  ovvero: “colui che condivide il pane con un altro”. La sua casa naturale è a Sinistra di ogni deriva repressiva o anche solo conservatrice di un ordine che non riconosce le più elementari istanze di giustizia sociale.

Chi si identifica negli ideali di Sinistra non ceda alla suggestione della propaganda che ha creato strumentalmente la categoria negativa di “coloro che dicono sempre di no” contrapponendola a quella di “coloro che invece provano a fare qualcosa”. Se costruisci una casa facendo male le fondamenta, i lavori magari procederanno più veloci, ma è certo che alla prima scossa, anche lieve, crollerà. Sembra una casa, ma si rivelerà una trappola.

Chi si identifica negli ideali di Sinistra si rassegni alla relativa solitudine, e cominci a guardarsi intorno in cerca di “compagni” andando aldilà dei luoghi comuni tradizionali. Ne troverà…

View original post 339 altre parole

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento

DAL FORUM SULLA SINISTRA CHE C’È MA FORSE NON C’È, CI SARÀ, MA FORSE GIÀ C’ERA

colleghiamoci il blog di Antonia Romano

Il Manifesto ha pubblicato il resoconto del forum, momento di sintesi e di riflessioni condivise tra alcune figure note della “sinistra”.

View original post 928 altre parole

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento

MISSIONE COMPIUTA. IL SISTEMA HA PAURA DELLA SINISTRA UNITA

“Del resto, come era quella cosa scritta dal Mahatma Gandhi? Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi vinci. Ecco, siamo ad un passo dalla fase tre. Arrivare presto alla fase quattro dipende solo dall’intelligenza della sinistra unita”.

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento

Giorgio Cremaschi: “il Venezuela di oggi, come il Cile di Allende”

Il Cile e il Venezuela esattamente le stesse identiche dinamiche. Il Parlamento cileno era controllato da una maggioranza di destra fascista e Democrazia cristiana che aveva un unico obiettivo: far fallire il paese (come oggi in Venezuela). Il golpe fu preceduto da un’immensa campagna di disinformazione mondiale contro il governo di Allende e le destre nazionali e internazionali iniziarono un immenso boicottaggio per i beni di prima necessità e medicinali. Come oggi il Venezuela

cambiailmondo

Intervista a Giorgio Cremaschi (Eurostop): “Chi oggi dice che non c’è nessun parallelo possibile tra il Cile di Allende e il Venezuela di Maduro o è un mascalzone o un ignorante. Spesso entrambe le cose”.

“Il sostegno al Venezuela di Maduro segna una linea di cesura netta tra chi si oppone realmente alle forze globalista dell’ingiustizia sociale e al modello del neo-liberalismo con chi fa solo chiacchiere. Esattamente come fu uno spartiacque il sostegno al Cile di Allende negli anni ’70”. Partiamo nell’intervista proprio da questo parallelo che non va giù a molta ex sinistra. (di Alessandro Bianchi – da l’Antidiplomatico)

View original post 930 altre parole

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento

Lotto Marzo – Una giornata globale di sciopero e di lotta (foto / video)

Buco1996-nei secoli a chi fedeli???

Cortei, assemblee, astensione dal lavoro, fuori e dentro casa. Quello di oggi vuole essere un 8 marzo poco celebrativo e molto di protesta: le donne si sono riprese la scena e hanno indetto uno “sciopero globale” – lanciato in Argentina, ma che si è espanso oltre 40 Paesi – che vuole coinvolgere lavoratrici dipendenti, precarie, autonome, disoccupate, studentesse, casalinghe. Così oggi, sono migliaia le donne che parteciperanno alla mobilitazione indossando il nero o il fucsia d’ordinanza, “e che scenderanno in strada con cortei e assemblee – spiegano le organizzatrici – per mostrare con forza che la violenza maschile è un a questione strutturale della società e attraversa ogni luogo. Resteremo al sole delle piazze a goderci la primavera a dispetto di chi ci uccide per “troppo amore”, di chi, quando siamo vittime di stupro, processa prima le donne e i loro comportamenti, di chi “esporta democrazia” in nostro nome e…

View original post 2.022 altre parole

Pubblicato in Reblog | Lascia un commento