Un filosofo per Tsipras: Roberto Mancini

La Lista Tsipras rappresenta la critica più radicale e completa alle politiche europee di austerità. Radicale ma non settaria, perché il settarismo implica il rifiuto del confronto e del dialogo, che invece sono indispensabili, e sono fondati sulla nonviolenza e sul rispetto dell’altro, della persona umana in generale.

Proprio le persone, che la Lista Tsipras vuole mettere al centro della sua politica, sono le vittime di uno spietato neoliberismo che antepone le leggi fredde dell’economia (e di un’economia a vantaggio di pochi, anzi di una finanza che danneggia la stessa economia produttiva) alla vita ed ai bisogni reali delle persone. In nome di obbiettivi astratti o inventati a tavolino, come il rapporto deficit-Pil o i vincoli del fiscal compact – che i nostri governanti hanno voluto mettere perfino nella Costituzione! – si impoverisce giorno dopo giorno la vita delle persone, togliendo loro diritti e dignità. Ci sono premi Nobel dell’economia…

View original post 485 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...