Per una sinistra populista

contro analisi

Si parla molto, in Italia, delle aperture di Grillo a Nigel Farage. Non mi piace l’UKIP: assomiglia troppo al Tea Party americano, il cui unico scopo è coprire da destra le frustrazioni di una classe media impoverita e la cui qualità newpopulismdella vita è in caduta libera – quelli che un tempo li si definiva piccolo-borghesi e che pur non essendo più chiamati così ne hanno conservate le caratteristiche: conformismo, individualismo, conservatorismo. Ma la ragione per cui l’UKIP non piace a giornali e telegiornali è ben diversa dalla mia e ha a che vedere con il fatto che i poteri forti non tollerano critiche ai dogmi del libero mercato, della globalizzazione, della preminenza della finanza e della meritocrazia (che è cosa ben diversa del riconoscimento dei meriti): chiunque non li accetti è un nemico del progresso e della democrazia, per non dire della governabilità.
Quello che Farage, Le Pen e…

View original post 634 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...