Un bel po’ di motivi per cui i palestinesi non perderanno mai

Tana Libera Tutti

Infanzia Infanzia

Dopo oltre un mese di bombardamenti, la Striscia di Gaza piange almeno 1.950 morti. I feriti sono quasi 10mila, le case distrutte o danneggiate altrettante. Gli sfollati sono oltre 520mila – un quarto dell’intera popolazione. A piangere non è solo Gaza. Piange tutta la Palestina che in questi giorni ha saputo ritrovare se stessa. Da tanto non vedevo in Cisgiordania, a Gerusalemme, in ’48 (l’attuale Stato di Israele) tanta voglia di unità, di mobilitazione dal basso, di partecipazione attiva al di là di appartenenze politiche e strategie da leadership annichilita. Questa è una delle ragioni per cui il popolo palestinese non perderà. Ce ne stanno tante altre.

Una coppia di Gaza si è sposata ieri in una scuola dell’Unrwa, dove è rifugiata perché le case di entrambi sono state bombardate e distrutte dai droni israeliani. Si sono sposati applauditi dagli altri sfollati, hanno passato la notte di nozze all’hotel…

View original post 376 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Reblog e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...