CRONACHE DALLA MANIFESTAZIONE MILANESE CONTRO IL JOB ACT

Rifondazione Comunista

nojobsact
Eravamo in migliaia ieri a Milano. Studenti, lavoratori, cassaintegrati, esodati, disoccupati, in marcia per contestare il Job Act e le criminali politiche governative sul lavoro mentre il Renzi è rinchiuso, barricato, in quel del Portello insieme agli altri capi di governo europei per discutere proprio di riforme e lavoro. La pioggia non ferma la nostra contestazione, non stoppa i compagni di Rifondazione Comunista, della Fiom, dell’Usb, dei centri sociali. Non si stoppa il fiume della contestazione dei lavoratori incazzati, tra gli altri quelli della Nokia (a Cassina de Pecchi centinaia di persone rischiano il licenziamento), dell’Innse e di molte altre fabbriche in lotta, per le riforme del governo Renzi. Provvedimenti votati con la fiducia al governo senza adeguata discussione che, tra l’altro, eliminano l’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori. E promettono solo povertà e sempre meno potere contrattuale per il lavoratore.

Il Job Act cancella l’articolo 18: nei fatti non si ha…

View original post 280 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Reblog e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...