Centro-sinistra: una truffa

contro analisi

Per cominciare a preparare il dopo-Renzi sarebbe opportuno sgombrare il terreno da un equivoco. Parlare di un partito o movimento di centrosinistra non ha alcun senso. Un governo di centrosinistra ha senso, perché rappresenta una convergenza tattica o strategica di interessi fra un partito (o più partiti) di centro e un partito (o più) di sinistra. Ma un partito o movimento che in sé si definisca di centrosinistra è un ossimoro o una truffa.
È persino banale farlo notare: se qualcosa è di centro non può anche essere di sinistra (“quando arriva all’incrocio prenda la strada a centrosinistra”). A maggior ragione in politica: il centro esprime stabilità, equilibrio; la sinistra si propone di alterare quell’equilibrio, promuove il cambiamento. Il centro confina con la destra politica e in parte si sovrappone a essa; la sinistra le si contrappone. Il centro è ecumenico e cerca la conciliazione fra le classi sociali in…

View original post 156 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Reblog e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...