IL “PUGNO” DI CUI PARLA BERGOGLIO COME REAZIONE ALL’INGIUSTIZIA

ABBIAMO CAMBIATO PIATTAFORMA....... Il nuovo link https://alganews.wordpress.com/

Francesco Erspamer

DI FRANCESCO ERSPAMER DA BOSTON

Le affermazioni del Papa sull’attacco a “Charlie Hebdo” ci ricordano che un pugno non è violenza. Lo diventa quando a darlo è il più forte. Se non si restituisce alla parola violenza un significato preciso e limitato, la sua proibizione diventa uno strumento di repressione indiscriminata, usato dai governi per intimidire le minoranze

Papa Francesco ha detto che chi offende gli altri non può non aspettarsi una reazione: «È vero che non si può reagire violentemente» – ha spiegato, però se qualcuno «dice una parolaccia contro la mia mamma gli spetta un pugno, è normale». Come…? Non si offre più l’altra guancia?… hanno ironizzato i giornali. Ma hanno torto. L’altra guancia, evangelicamente, la deve offrire quello che si è preso il pugno, non chi lo ha dato in risposta a una prevaricazione.

Non sono solo battute, quella del Papa e la mia. Perché Bergoglio ha detto due cose…

View original post 1.027 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...