Romanzo Quirinale, primo voto. La morte della Fgci

mario lavia

Ci vuole un democristiano – un ex democristiano di gran classe – per unire il Pd. È infatti su  Sergio Mattarella che gli eredi di Ds e Margherita, a loro volta epigoni di Pci e Dc, stanno trovando una (alla vigilia insperata) compattezza. Manca la prova del voto ma stasera questa specie di capolavoro di Renzi è sotto gli occhi di tutti.

Sul Quirinale ogni volta era un dramma. Su Ciampi alla fine l’allora Ulivo fu unito ma la battaglia fra Veltroni e D’Alema fu durissima. Sul primo mandato a Napolitano si consumò la sconfitta, ancora, di D’Alema. E non parliamo di quello che successe a Marini e Prodi due anni fa.

Renzi ha evidentemente capito che nessun vecchio leone del Pd avrebbe ottenuto un minimo di solidarietà da parte degli altri leader della stessa estrazione politica.

Non Veltroni, ancora troppo inviso a dalemiani, sinistri vari, forse anche ex ppi…

View original post 62 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...