La Repubblica ellenica non si ricatta dice Atene a BCE, Bundesbank e Schultz

di Argiris Panagopoulos – Non accettiamo ricatti. Questa è stata la risposta di Atene la mezzanotte di ieri al presidente della BCE Draghi, al presidente della Bundesbank Weidmann e al “compagno” Schultz poche ore prima dell’incontro di Varoufakis – Schaeuble.
Merkel e Schaeuble sembra che hanno mobilitato le ultime loro riserve, dopo il successo di Alexi Tsipras di rompere l’isolamento che lo voleva costringere il governo tedesco. Il falco della Bundesbank Weidmann ha messo di nuovo gli interessi delle banche sopra ogni altra priorità in Europa.
Poco prima dell’incontro Varoufakis – Schaeuble la BCE, la Banca Centrale Tedesca e il presidente socialdemocratico del Parlamento europeo Schultz si sono schierati con Merkel contro il ribelle governo di Atene.
Dopo forti pressioni della Banca Centrale Tedesca la BCE ha cercato di minacciare il governo di Tsipras e terrorizzare i greci circa la liquidità del sistema bancario greco. Il presidente della Bundesbank Weidmann…

View original post 1.220 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...