Ancora una volta: NO alla TAV in val di Susa

un filo rosso

Il grande mistero. Il traffico previsto è inferiore del 75%, i fondi UE in dubbio, le stime di spesa costantemente al rialzo, i lavori in clamoroso ritardo.
Un’opera sulla cui utilità le perplessità (eufemismo) aumentano ogni giorno. Meno di due anni fa perfino Renzi la pensava così: «La Tav Torino-Lione? Non è un’opera dannosa, ma inutile. Sono soldi impiegati male». Appena diventato presidente del Consiglio ha però cambiato idea (“sulla TAV si va avanti”) ma senza spiegare neppure un perché.

Val di Susa
Nel colpevole silenzio generale dei media, Valigia blu  descrive con le appassionate testimonianze di Andrea Zitelli e Michele Azzu la situazione della valle deturpata e la storia del movimento No Tav.  Gliene sono molto grato, così come sono grato e riconoscente alla coscienza civica della orgogliosa gente della val di Susa.

View original post

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...