WSJ: Gli ospedali israeliani accolgono i terroristi dell’Isis

da al manar

Secondo il quotidiano statunitense, “Wall Street Journal”, Israele ha aperto le sue frontiere con la Siria al fine di fornire cure mediche ai terroristi dell’Isis, del Fronte al-Nusra, di al-Qaeda e di altri gruppi takfiri che sono rimasti feriti nei combattimenti in corso contro l’esercito siriano.

 Il noto quotidiano statunitense ha riferito che Israele «non si è preoccupato di aprire ad al Nosra la sua zona di confine la scorsa estate» lungo le alture del Golan.

 Amos Yadlin, l’ex capo dell’intelligence militare, che è attualmente in corsa per diventare ministro della difesa per l’Unione sionista, qualora vincesse le elezioni politiche in Israele la coalizione guidata da Isaac Herzog, ha dichiarato al Journal che Hezbollah e Iran «sono la principale minaccia per l’entità sionista, molto più che i radicali islamisti sunniti, anche loro un nemico. Questi elementi sunniti che controllano circa i due terzi al 90% della frontiera…

View original post 176 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...