Leggi elettorali fasciste: Acerbo (1924) e Renzi (2015)

Non cadiamo di nuovo come tanti sprovveduti nelle mani di un fascismo che sarà presentato in modo nuovo, ma sempre fascismo rimane!

Essere Sinistra

La-prima-scheda-di-voto_672-458_resize

di Ilda MARINO
[Ilda Marino – Il crocevia delle idee]

Legge elettorale Acerbo del 1923 e Italicum di Matteo Renzi: un parallelo irriguardoso ed esagerato? Non mi sembra.

La legge Acerbo del 18.11.1923 fu adottata in occasione delle elezioni politiche del 1924 e fu voluta in quei termini da Mussolini per assicurare al Partito Nazionale Fascista una solida maggioranza parlamentare.

Modificava il sistema proporzionale in vigore dal 1919 (4 anni) integrandolo con il premio di maggioranza a favore del partito che avesse superato il 25% dei voti, aggiudicandogli i 2/3 dei seggi; si votava a collegio unico nazionale suddiviso in 16 circoscrizioni elettorali.

A quell’epoca votavano solamente gli uomini.

L’opposizione tentò di modificare almeno i parametri chiedendo l’aumento del quorum dei voti al 40% o in alternativa l’abbassamento del premio ai 3/5 dei seggi.

Ma inutilmente: la legge passò con la maggioranza di 223 sì e 123 no. Votarono…

View original post 625 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Leggi elettorali fasciste: Acerbo (1924) e Renzi (2015)

  1. Paraleli vergognosi, vi meritate salvini e la meloni

  2. Andrea ha detto:

    Paralleli si scrive e non Paraleli che è un termine della “buona scuola” di renzi !

  3. giuseppe ha detto:

    vabbè. ma è renziana. fosse istruita non lo sarebbe

  4. radioarchimede ha detto:

    Fascismo e’ imporre con la prepotenza il volere di pochi ai molti, fascismo e’ il cancellare il diritto di tutti ad esprimere il proprio pensiero, fascismo e’ impedire che si possano formare gruppi alternativi a chi detiene il potere, fascismo e’ impedire che chi si oppone possa esprimere una propria rappresentanza, fascismo e’ fare gli interessi dei potenti a scapito degli altri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...