Prepariamoci al Referendum

“Certo, battaglie di questo tipo richiederebbero un soggetto politico della sinistra, nuovo, unitario e combattivo. Invece, ancora una volta, questo obiettivo si allontana, per le divisioni circa l’alleanze alle prossime elezioni amministrative.”

Il blog


CESARE SALVI-CESARE SALVI-

Le ragioni di critica alla riforma costituzionale approvata nei giorni scorsi dal Senato sono note, e non è qui il caso di riproporle. Un’ottima sintesi si trova nell’articolo (“la peggiore riforma”) di 6 autorevoli giuristi pubblicato da Il Manifesto del 13 ottobre.

È utile piuttosto interrogarsi sulle prossime tappe. Anzitutto, la legge deve tornare alla Camera per completare la prima lettura, votando le modifiche approvate dal Senato. A quanto pare, ciò avverrà a gennaio. A questo punto decorre il termine di 3 mesi per la seconda lettura da parte di Senato e Camera, nella quale non sono ammessi emendamenti: si vota solo il testo nel suo insieme, ed è richiesta la maggioranza assoluta dei componenti di ciascuna Camera. Va ricordato che senza i voti della minoranza del PD la legge non avrebbe la maggioranza assoluta al Senato, nonostante l’appoggio del gruppo di Verdini. È illusorio immaginare un ripensamento?…

View original post 739 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Prepariamoci al Referendum

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...