Archivio mensile:febbraio 2016

L’Altra Europa e il big bang di sabato: «L’unità non può avere un proprietario»

#SINISTRAUNITA.
C’è già una prima cosa che non va: un processo aggregativo, «non può essere ipotecato da proprietari».L’unità non necessita dello smantellamento dei singoli partiti.

umbriapost

di Daniela Preziosi, il manifesto – All’evento della sinistra del prossimo venerdì a Roma parteciperanno, sì, «considerandolo però non il processo costituente come l’avremo voluto, ma una parzialità, e tuttavia una significativa occasione di confronto». Così il sociologo Marco Revelli a nome dell’Altra Europa con Tsipras (che con Sel, Prc e altri alle Europee del 2014 ha preso il 4 per cento e tre europarlamentari, poi uno, Barbara Spinelli, ha lasciato il gruppo) spiega — in una conferenza stampa alla Camera — come va interpretata la presenza della lista alla tre giorni di ’Cosmopolitica’, dal 19 al 21 febbraioal Palazzo dei Congressi di Roma. L’evento è convocato da una gruppo di movimenti, associazioni, personalità anche molto diverse (dall’ex segretario Cgil Sergio Cofferati all’ex disobbediente Luca Casarini, per dire), ma senza dubbio risente della marca forte di Sel e Sinistra italiana, il gruppo della Camera nato dall’unione fra vendoliani ed…

View original post 527 altre parole

Pubblicità

La sinistra unita in Europa la fanno plurale

«Sinistra: in Europa la fanno plurale».

umbriapost

di Paolo Ferrero* – Sabato 13 si terrà a Roma, organizzato da Rifondazione comunista con il partito della Sinistra europea, un convegno dal titolo «Sinistra: in Europa la fanno plurale». Vi saranno molti ospiti europei — ed un intervento di un rappresentante del Frente Amplio uruguaiano — a testimoniare come la maggioranza delle forze politiche della sinistra antiliberista siano nate e cresciute in alternativa ai socialisti, come esperienze plurali, non come partiti monolitici.
La tesi che vogliamo proporre è semplice: in Italia serve una forza politica che diventi il punto di riferimento popolare per una alternativa antiliberista di sinistra.
Affinché questo sia possibile servono tre condizioni: che questa forza sia autonoma ed alternativa politicamente e culturalmente al Pd, al fine di costruire un polo politico , non l’ala sinistra del centrosinistra. Che sia unitaria, perché solo il tratto unitario rende credibile ed efficace la costruzione di uno spazio pubblico di aggregazione…

View original post 439 altre parole