Archivi tag: sciopero

La lotta ai corrotti si fa nelle piazze

contro analisi

Non è un caso che sia stato proprio nel giorno dello sciopero generale che il governo si è improvvisamente svegliato e ha annunciato che combatterà la corruzione. Ora diranno che erano misure allo studio da giorni, forse settimane: la realtà è che senza la pressione dei milioni di lavoratori che hanno rinunciato a una giornata di stipendio e dei precari, studenti, pensionati, cittadini che sono scesi in piazza (ieri ma anche nelle settimane scorse), Matteo Renzi non avrebbe avuto bisogno di giocare la carta mediatica dell’inasprimento delle pene per i corrotti, molti dei quali fanno parte della casta che lo sostiene e finanza; e dunque non lo avrebbe fatto.
Primo ministro lo è ormai da quasi un anno. Difficile credere che non sapesse che c’è del marcio in Italia; molto marcio. Il decreto legge che ha emanato l’altro ieri e al quale i giornali hanno immediatamente dato enorme rilevanza (eclissando…

View original post 565 altre parole

Pubblicità

Bruxelles protesta contro… Bruxelles

elBorn_blog

belgio scioperoBruxelles.Siamo abituati a considerare Europa e Bruxelles come la stessa cosa; nella capitale belga infatti ha sede il Parlamento europeo, ed è come se fossa anche il “centro” stesso dell’Unione. Ma nove volte su dieci, l’Europa e Bruxelles sono due cose totalmente distinte fra di loro.

La crisi economica ha infatti colpito anche il Belgio. Che sembra tanto un Paese lontano dalla nostra Italia (e non solo geograficamente parlando); ma anche lì ci sono stati tagli agli stipendi e aumento della tassazione. Ed anche in Belgio, se pur con percentuali ridotte, è aumentato il tasso di disoccupazione, anche fra i giovani che sempre di più trovano difficoltà a trovare un impiego appena usciti dagli studi.

Insomma, Paesi diversi, stessi problemi. E proprio perché anche i belgi soffrono questa situazione, gli scioperi stanno diventando quasi un’abitudine. Bruxelles, e tutta la regione, è infatti in questi giorni paralizzata da uno sciopero…

View original post 176 altre parole

I mille volti dello sciopero sociale

umbriapost

Quinto Stato. «Metropolitano», «di genere», «migrante», «online», «per la cultura e la scuola». Da Milano a Napoli, da Roma a Torino, passando per Pisa, Bologna e Venezia cortei, blocchi e sit-in: venticinque città contro il Jobs ActL’ambizione dello scio­pero sociale, orga­niz­zato oggi in ven­ti­cin­que città dai sin­da­cati di base (Cobas, Usb Cub e Adl Cobas), dai cen­tri sociali, dagli stu­denti (Rete della Cono­scenza) e da asso­cia­zioni del lavoro pre­ca­rio o a par­tita Iva è rap­pre­sen­tare tutte le sfu­ma­ture della sotto-occupazione, dei sotto-salari, del lavoro povero, volon­ta­rio e ser­vile esi­stenti in Ita­lia. Secondo i pro­mo­tori, que­sta con­di­zione verrà dra­sti­ca­mente peg­gio­rata dal Jobs Act in discus­sione in par­la­mento, con l’abolizione dell’articolo 18 per i neo-assunti e l’introduzione del «con­tratto a tutele cre­scenti» che sospende i diritti dei lavo­ra­tori per un lungo periodo a discre­zione dell’impresa.La piat­ta­forma richiede l’abolizione dei 46 con­tratti pre­cari della legge 30; la crea­zione di un sala­rio minimo euro­peo da 10 euro e un red­dito di base uni­ver­sale finan­zia­bile con la…

View original post 479 altre parole

14N – La diretta dalle diverse città

Da Global Project

O capitano! Mio capitano!...

B2ZPECRCQAEjGMD

A Padova la polizia carica ma il corteo resiste e continua a bloccare la città. La celere carica gli studenti a Pisa fuori dalla sede della Provincia. A Rimini lancio di uova contro la polizia che cerca di non far proseguire il corteo. A Roma dal corteo fumogeni, uova e petardi contro l’ambasciata tedesca. A Venezia chiuso il Padiglione Expo alla Biennale A Milano cariche e lanci di lacrimogeni in Piazza Santo Stefano. A Mestre violati i divieti della Questura sul percorso del corteo.

“Il 14 novembre sciopereremo e invitiamo a farlo in tante forme per 24 ore”, questo l’appello degli striker che da settimane stanno costruendo questo appuntamento.

Un percorso che ha aggregato organizzazioni studentesche, sindacati, reti precarie, comitati territoriali e molto altro, nato attorno alla sperimentazione dello sciopero sociale.

Uno sciopero del lavoro dipendente e del lavoro precario, di quello autonomo e della formazione; uno sciopero che vede…

View original post 2.493 altre parole

Landini: lo sciopero sociale parla alla Fiom

umbriapost

La Sapienza è in una penom­bra fatta da luci ocra e molto basse, quando il segre­ta­rio gene­rale della Fiom arriva nell’atrio della facoltà di let­tere. Rag­giunge un capan­nello dove con­fa­bu­lano i pro­mo­tori del labo­ra­to­rio romano per lo scio­pero sociale di venerdì 14 novem­bre insieme al por­ta­voce dei Cobas Piero Ber­noc­chi. È que­sta la strana amal­gama tra mondi della sini­stra sin­da­cale, poli­tica e di movi­mento che si è pre­sen­tata ieri in un’assemblea con cen­ti­naia di per­sone.

Il con­cetto più ricor­rente è stato quello di «coa­li­zione» con­tro la pre­ca­rietà e il governo Renzi che intende esten­derla con la legge delega sul Jobs Act. Per Lan­dini, arri­vato all’università in una pausa della trat­ta­tiva per la Thys­sen al mini­stero dello svi­luppo eco­no­mico, «oggi biso­gna coa­liz­zarsi, altri­menti le prendi. C’è un attacco con­tro la pos­si­bi­lità stessa che le per­sone si orga­niz­zino per con­trat­tare le loro con­di­zioni di lavoro. Il com­pito del sin­da­cato è quello di…

View original post 506 altre parole