Archivi tag: SEL

Napoli: De Magistris autolesionista abbraccia Vendola

Sinistra Anticapitalista

da Pop Off

Il sindaco di Napoli allude a un nuovo soggetto “oltre Napoli” ma Sel non intende rinunciare al rapporto col Pd. Un accordo politico che complica il rapporto tra De Magistris e i movimenti sociali.

di Antonello Zecca

Nei resoconti dell’assemblea campana di Sinistra, Ecologia e Libertà Nichi Vendola ha suggellato con un abbraccio a De Magistris il nuovo patto politico con il sindaco di Napoli.

Per ammissione dello stesso sindaco, si tratterebbe nientepopodimeno della nascita di un soggetto politico “oltre Napoli e le regionali”., quindi con respiro nazionale. Con qualche entusiasmo in meno Vendola ha tuttavia confermato la convergenza, corroborata anche dal precedente ingresso nella maggioranza che sostiene il sindaco di Napoli del suo partito (SEL è anche in trattativa per la guida di un assessorato).

È interessante notare che dalle dichiarazioni di Vendola emerge la volontà di non chiudere al PD, quanto piuttosto di chiedere una…

View original post 1.142 altre parole

Pubblicità

IL MODELLO MARCHE AI TITOLI DI CODA!

Dal Cantiere delle Altre #Marche – #SinistraUnita
Comitati de L’Altra Europa con Tsipras – Sinistra Ecologia e Libertà – Partito dei Comunisti Italiani – Partito della Rifondazione Comunista.

cantiere sinistra marcheCOMUNICATO STAMPA

Il modello Marche costruito dal PD basato sull’alleanza con i conservatori dell’UDC, imperniato su Spacca, eretto contro la sinistra si è spezzato ed è deflagrato. E, come ogni sorda lotta per il potere è arrivata ai titoli di coda, sta degradando in lancio di stracci e contumelie fra ex soci.

Oggi si scaricano addosso pesanti reciproche accuse: Spacca dicendo che il PD non ha la capacità di governare il futuro, il PD dicendo che Spacca è attaccato alla poltrona e di non voler innovare.

Eppure hanno governato insieme e a lungo, condividendo in sintonia le stesse politiche.

Parlano di centro-sinistra, eppure – entrambi – continuano a disputarsi le spoglie del centro destra. La realtà è che hanno governato insieme e hanno fallito tutti. Non c’è qualcuno che possa chiamarsi fuori.

  • Portano la responsabilità di non avere programmato e di non avere governato, in modo adeguato, una crisi che…

View original post 283 altre parole

IL GOVERNO RENZI VUOLE LA PRIVATIZZAZIONE DELL’ACQUA: FERMIAMOLO!

Sinistra Ecologia Libertà - Federazione di Brescia

acquaVi invitiamo a firmare e far firmare la petizione del Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua

Il Governo Renzi sta tentando di raggiungere il risultato cui sinora nessun governo era riuscito ad arrivare: la privatizzazione dell’acqua e dei servizi pubblici locali.

Lo fa attraverso due provvedimenti: il decreto “Sblocca Italia” e la legge di stabilità.

Con il primo, impone ai Comuni l’obbligo di aggregare le società del servizio idrico per arrivare ad un gestore unico per ogni ambito territoriale ottimale, spesso coincidente con il territorio regionale.

Con la seconda, rende sempre più onerosa la gestione pubblica dell’acqua e spinge gli enti locali a privatizzare, permettendo loro di spendere fuori dal patto di stabilità i soldi ottenuti dalla cessione delle proprie quote ai privati.

Il Governo Renzi vuole in questo modo mettere una pietra tombale sul risultato referendario che nel 2011 ha visto la maggioranza assoluta del popolo italiano…

View original post 106 altre parole

A Pisa si ritrova la Sinistra, tutta la Sinistra | EsseBlog

“Certe speranze sono dure a morire e quella di assistere alla rinascita italiana di una nuova, incisiva e determinante sinistra unitaria resta la più difficile da realizzare, quanto meno nel breve periodo. Non tutti la pensano così e molti contesteranno questa mia affermazione, ma con una devastante dose di realismo la situazione odierna non apparirà tanto diversa da come l’ho brutalmente rappresentata.”

Certe speranze sono dure a morire e quella di assistere alla rinascita italiana di una nuova, incisiva e determinante sinistra unitaria resta la più difficile da realizzare, quanto meno nel breve periodo. Non tutti la pensano così e molti contesteranno questa mia affermazione, ma con una devastante dose di realismo la situazione odierna non apparirà tanto diversa da come l’ho brutalmente rappresentata. – See more at: http://www.esseblog.it/tutti-gli-articoli/a-pisa-si-ritrova-la-sinistra-tutta-la-sinistra/#sthash.OLeQQJb3.dpuf “Certe speranze sono dure a morire e quella di assistere alla rinascita italiana di una nuova, incisiva e determinante sinistra unitaria resta la più difficile da realizzare, quanto meno nel breve periodo. Non tutti la pensano così e molti contesteranno questa mia affermazione, ma con una devastante dose di realismo la situazione odierna non apparirà tanto diversa da come l’ho brutalmente rappresentata.”

Da Esseblog – leggi http://www.esseblog.it/tutti-gli-articoli/a-pisa-si-ritrova-la-sinistra-tutta-la-sinistra/

Certe speranze sono dure a morire e quella di assistere alla rinascita italiana di una nuova, incisiva e determinante sinistra unitaria resta la più difficile da realizzare, quanto meno nel breve periodo. Non tutti la pensano così e molti contesteranno questa mia affermazione, ma con una devastante dose di realismo la situazione odierna non apparirà tanto diversa da come l’ho brutalmente rappresentata. – See more at: http://www.esseblog.it/tutti-gli-articoli/a-pisa-si-ritrova-la-sinistra-tutta-la-sinistra/#sthash.OLeQQJb3.dpuf
Certe speranze sono dure a morire e quella di assistere alla rinascita italiana di una nuova, incisiva e determinante sinistra unitaria resta la più difficile da realizzare, quanto meno nel breve periodo. Non tutti la pensano così e molti contesteranno questa mia affermazione, ma con una devastante dose di realismo la situazione odierna non apparirà tanto diversa da come l’ho brutalmente rappresentata. – See more at: http://www.esseblog.it/tutti-gli-articoli/a-pisa-si-ritrova-la-sinistra-tutta-la-sinistra/#sthash.OLeQQJb3.dpuf

LAVORO, SOLO 316 SÌ: IL GOVERNO A UN VOTO DALLA SFIDUCIA (Wanda Marra).

Triskel182

palude38 DEPUTATI DEL PD FUORI DALL’AULA. RENZI ADESSO È IN GRANDE DIFFICOLTÀ ANCHE ALLA CAMERA. TRA I SUOI CRESCE LA VOGLIA DI URNE CON CONSULTELLUM.

Lorenzo Guerini, vice segretario del Pd, tessitore di natura, e di indole solitamente calmissima, quando il tabellone di Montecitorio fotografa il voto sulla riforma del lavoro, è palesemente nervoso e irritato. La maggioranza al jobs act è di 316 voti. Solo uno sopra la soglia della sfiducia. Nonostante il tentativo portato avanti per tutto il giorno dai vertici dem per arrivare a una mediazione, in 38 del Pd non hanno partecipato al voto. Con loro anche Forza Italia, l’altra gamba non formale, ma sostanziale che sta tenendo in piedi la legislatura.  I RENZIANI parlano di “scorrettezza” e di “mancanza di coraggio”: se fanno così, dovrebbero andarsene, il ragionamento di molti. “Ma non sono capaci”.

View original post 607 altre parole

Elezioni regionali. Sinistre unite al 6,2%.

Al netto delle diverse alleanze nelle 2 regioni interessate al voto, le sinistre unite hanno raggiunto il 5,5% in Calabria (La Sinistra+L’Altra Calabria) e il 6,9% in Emilia Romagna (Sel+L’Altra Emilia Romagna). Quindi, facendo una media, il risultato complessivo è pari al 6,2%.

Con un progetto unitario della sinistra e nell’ottica dell’Italicum in approvazione che non prevede coalizioni forzate con i moderati, questi numeri potrebbero essere ancora più positivi, sulla scia di Podemos e Syriza.

Red. sinistraunita.tk

Photo credit: http://selsmcv.blogspot.it