Archivi tag: Spagna

UNIRE LA SINISTRA: COME SI FA IN EUROPA?

Associazione per l'Unità’ della Sinistra Anticapitalista

  • DIBATTITOUnire la Sinistra: come si fa in Europa?@zak

Ogni Paese del “Vecchio Continente” ha le sue caratteristiche, la sua storia, la sua composizione di classe. Si parla spesso di unire le forze anticapitaliste come avviene in altre nazioni, ma non si declinano mai i modelli concreti di organizzazione. “La Città Futura” intende invece farlo iniziando dal prossimo numero un viaggio alla scoperta di come sono fatte la Linke, il Front de Gauche, Syriza, la CDU e poi le altre formazioni dell’Est e del vicino Oriente e poi, chissà, anche di altre parti del mondo.

di Marco Nebuloni 

Quando non si riconosce la specificità di una data situazione spesso ci si rimette alla bontà di un modello. Ed è così che avviene quando per l’individuazione di una via italiana all’unità della sinistra, si prendono a riferimento, di volta in volta, diverse esperienze europee da imitare, in tutto o in parte.

Innanzitutto, diamo per acquisito che la storia…

View original post 361 altre parole

Pubblicità

La sinistra e la battaglia di Atene: questione di vita o di morte

Da il Simplicissimus
#‎Sinistra‬, in ogni caso è evidente che se ci si sottrarrà con una scusa o con un’altra alla battaglia di Grecia, se ancora una volta di fronte a uno snodo storico prevarranno esitazioni, distinguo, illusioni, prudenze di altri tempi possiamo scrivere la parola fine su una lunga storia.

il Simplicissimus

73035110Questione di vita o di morte. Con tutta probabilità la sinistra italiana ed europea si troverà presto di fronte a un possibile momento di svolta che ne deciderà la riemersione o la scomparsa definitiva dopo un lungo coma. Da una parte ci sarà la possibilità di riunirsi attorno a una grande battaglia interna ed esterna contro la finanza globale, dall’altra quella di farsi atrofizzare del tutto da divisioni e pochezza di strategia.

L’occasione sarà data dalla Grecia ( vedi qui) dove probabilmente si arriverà ad elezioni anticipate e dove, sempre che non accadano fatti anomali, Syriza ha buone probabilità di conquistare la maggioranza assoluta o quasi grazie proprio ai premi di maggioranza a suo tempo imposti dalla troika per permettere alla destra di governare indisturbata. Se questo dovesse accadere è evidente che Tsipras, nonostante la moderazione istituzionale e monetaria espressa in questi anni, non si sa quanto tattica o strategica o semplicemente dilatoria, non…

View original post 391 altre parole

Si scalda l’alternativa a sinistra in Spagna

umbriapost

di Jacopo Rosatelli, il manifesto – È appena pas­sato un fine set­ti­mana cru­ciale per la sini­stra spa­gnola. Sabato è stato il grande giorno di Pode­mos, la nuova for­ma­zione che sta rivo­lu­zio­nando il pano­rama poli­tico ibe­rico: in un’affollatissima assem­blea a Madrid (pre­sente anche Ale­xis Tsi­pras) si è uffi­cial­mente san­cita la sua tra­sfor­ma­zione in un par­tito «vero», gui­dato ovvia­mente dal cari­sma­tico 36enne Pablo Igle­sias, eletto segre­ta­rio a lar­ghis­sima mag­gio­ranza. E dome­nica è stata la volta di Izquierda unida (Iu), la fede­ra­zione di cui è parte il Pce: i suoi orga­ni­smi hanno deciso che a feb­braio si ter­ranno pri­ma­rie aperte a iscritti e sim­pa­tiz­zanti per sce­gliere chi la gui­derà alle pros­sime poli­ti­che, pre­vi­ste fra un anno. Ma la vera noti­zia è che il coor­di­na­tore di Iu, Cayo Lara, ha annun­ciato tra le lacrime che non sarà della par­tita: via libera, dun­que, al 30enne Alberto Gar­zón, ormai non più sol­tanto «astro nascente» del movimento.Il passo indie­tro di Lara (62 anni) è un segnale chiaro. Iu è in affanno e…

View original post 281 altre parole

PODEMOS, L’ECONOMIA DI MERCATO STA FALLENDO

Da Alga News

“Anche in Italia occorre creare una alternativa di sinistra, non populista e credibile, che si candida a cambiare e a competere per il governo. La lista Tsipras è stata un inizio alle elezioni europee. Occorre andare avanti e in fretta”.

In Spagna Podemos, ma noi non podemos

“Qui non Podemos, se non ricominciare una storia completamente daccapo. In #Spagna la #sinistra si è messa sulle tracce già percorse da #Syriza in #Grecia, dimostrando che quando la #Sinistra fa la #sinistra non deve accontentarsi delle briciole del bacino elettorale, ma può persino vincere”.

il Simplicissimus

PodemosLa notizia di questi giorni è che in Spagna il partito Podemos, nato meno di un anno fa dalla costola sinistra degli indignados, dopo avere avuto un exploit inatteso alle europee con l’8% , ora risulta primo partito spagnolo nei sondaggi, superando le due formazione maggiori,  PP e Psoe, un dato che sia pure nei suoi limiti sta portando il terremoto nell’ abborracciato e servile bipartitismo spagnolo formato da una destra di orientamento franchista e dal centrodestra reale degli ex socialisti, qualcosa di molto simile, mutatis mutandis, a ciò che sta avvenendo in Italia. Ma al contrario di quanto avviene da noi, in Spagna una parte della sinistra ha abbandonato le sostanze oppiacee dell’entrismo, si è messa sulle tracce già percorse da Syriza in Grecia ( da non confondere assolutamente con quella cosa oscura e informe che è stata la lista Tsipras) e dimostrando che quando la sinistra fa la sinistra non deve accontentarsi delle briciole…

View original post 441 altre parole

www.communianet.org || “Podemos fa paura ai poteri forti”

www.communianet.org || “Podemos fa paura ai poteri forti”.

Miguel Urban, uno degli esponenti di punta di Podemos, è in Italia invitato dalla Rete Communia per illustrare l’esperienza di questa formazione politica di “Unità popolare”, come la definisce lui stesso. In Europa, Podemos è riuscita a mandare ben cinque rappresentanti. E questo è noto. Quel che è meno noto è che se si dovessero fare delle elezioni in Spagna Podemos potrebbe piazzarsi come il secondo partito. Ha 150mila iscritti e più di 1.400 circoli in tutto il paese iberico